FREE

STEEL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

CARO PRESIDENTE…

Lettera di un tifoso al Presidente Bandecchi.


Chi Le scrive è un semplice tifoso, che in questi giorni dopo la sBornia, si è messo a riflettere su alcune questioni.

Voglio iniziare dalla foto in copertina, ovviamente non l’ho messa a caso; L’ho messa perché secondo me è l’emblema di ciò che la Sua e nostra Ternana quest’anno è riuscita ad infondere. La serie A? Assolutamente no, non ancora almeno!!! Quella bandiera l’ho trovata appesa a casa di mio padre il giorno della promozione. Che c’è di strano si chiederà, molte bandiere sono state appese ai balconi. Si, è vero, anche al mio ne ho appesa una, ma quella ha un sapore particolare. Mio padre è stato tifoso della Ternana fin dai tempi della “Pista”. Ha fatto trasferte in serie A ed ha visto e vissuto quella che(almeno fino a quest’anno) è stata la miglior Ternana di sempre, la Ternana del Maestro. Ha smesso di seguire le sorti dei rossoverdi nel 1975 anno della seconda retrocessione dalla seria A, troppo forti le delusioni per le promesse non mantenute. Scelta discutibile certo(io non ci sarei mai riuscito), ma…


Ma quest’anno è tornato a seguire i nostri colori in primis grazie a Lei, che ha regalato la possibilità di vedere le dirette in tv.

E poi grazie alle prestazioni da “galacticos” dei nostri giocatori, che hanno contribuito a riaccendere la passione anche in chi l’aveva persa da anni.
Le avventure di questa squadra, hanno riportato agli occhi di tanti non solo il bel calcio e la serie B, ma anche importanti valori come la determinazione, la volontà di essere parte di qualcosa di più grande, lo spirito di squadra, l’appartenenza. E non per ultimo, hanno mostrato a chi non La conosceva, la Sua capacità imprenditoriale. Ha riconosciuto i Suoi errori e rimboccandosi le maniche, ha posto rimedio alla grande.

Lei ha detto che per capire noi tifosi delle Fere, è dovuto diventare tifoso. Bene, visto che allora siamo sulla stessa barca, mi permetterà di dirle in tutta sincerità il mio pensiero su clinica e stadio.


Probabilmente il fatto di avere un personaggio come Lei a Terni, con tutto quello che ha già fatto per Terni e per la Ternana, a qualcuno da enormemente fastidio!!! Ma sono sicuro che questo qualcuno abita un’ottantina di km più a nord di noi, perché non riesco proprio a pensare chi possa essere contro il Suo progetto. Visibilità, posti di lavoro, occasione unica di rinascita per una città che da tanti, troppi anni rischia di affondare e di non riuscire più a riemergere!!!
Quindi caro Presidente, mi sento di prendere la parola a nome di tutti i Ternani che vogliono bene alla città oltre che alla squadra:
NON MOLLI!!! Non molli, perché Terni e i Ternani sono con Lei!!!

A tal proposito, segnalo l’iniziativa del Centro Coordinamento Ternana Clubs, che ha organizzato una petizione per richiedere di appianare la disuguaglianza di trattamenti tra la nostra provincia e “quella provincia là”!!! Invito tutti i nostri concittadini che hanno a cuore la nostra città, ad andare a firmare e contribuire a spargere la voce. Per maggiori dettagli, clicca QUI.

P.S. La bandiera mio padre l’aveva appesa al contrario in modo che non si vedesse la A. Io gli ho detto di girarla perché era decisamente più bella. A buon Imprenditor, poche parole!!!

Convidi Questo Articolo