FREE

STEEL

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Nuovo Stadio Libero Liberati a Terni

In mattinata, è stato consegnato al Sindaco, nelle stanze del Comune, lo studio di fattibilità del nuovo stadio Libero Liberati.

Oggi è un giorno importante per la nostra città, in mattinata è stato consegnato al Sindaco, nelle stanze del Comune, lo studio di fattibilità del nuovo stadio Libero Liberati.

Nel pomeriggio invece, il progetto che riguarda stadio e clinica, sarà ufficialmente presentato alla stampa ed alla città intera.

Ed è in questo contesto che mi sento di esprimere il mio pensiero sulla tanto “chiacchierata” questione stadio. Ammetto che il mio punto di vista è quello di un tifoso, ma anche di un cittadino che cerca di aprire gli occhi e di guardare più in la del proprio naso.

Parlare di Ternana in questo periodo non è sicuramente facile, si rischia di essere troppo “di parte”(ma anche onesti ), basta analizzare i risultati che sono ormai sotto gli occhi di tutti.

Chiaramente se ci si limita a pensare ai problemi del traffico o si seguono stereotipi comuni come “se pó annà dietro a 22 ….. che rincorrono un pallone?”, rimangono pochi spunti per argomentare il discorso.

La mia invece è porvi in attenzione tutto quello che di buono può avvenire, come concerti, magari perchè no partite della nazionale, eventi sportivi di varia categoria e molto molto altro.
Si parla di un vero e proprio giovamento per la nostra amata città, sia in termini di occupazione che in termini di risonanza mediatica e culturale!
Benefici quindi per la città, per la nostra amata città.
Da non sottovalutare questo passaggio in quanto, ospitare grandi eventi significa veicolare pubblico, lo stesso che mette in moto tutto il settore di ospitalità e turismo, motore indispensabile per ristoranti, alberghi e negozi!


Ed allora personalmente mi sento di dire, ben venga lo stadio ed anche la tanto criticata clinica privata, punto saldo del pacchetto presentato, anche perchè nel suo piccolo andrebbe comunque a generare un minimo di occupazione.
In conclusione, valutando sommariamente i pro ed i contro mi sento di dire, avanti Presidente!

Convidi Questo Articolo